Lo schiacciatore parmigiano, classe ’83, figlio di coach Andrea col quale condivise già l’avventura all’Unimade nel 2003, rimarrà alla WiMORE Parma anche in Serie A3

La WiMORE Parma è lieta di annunciare la conferma dello schiacciatore Daniel Codeluppi, che nella scorsa stagione ha ricoperto il ruolo di capitano in Serie B. Nato il 15 maggio 1983 a Parma e figlio del coach Andrea, col quale aveva già lavorato tra Unimade, Riccoboni e nel quadriennio a Busseto, riabbraccerà un campionato di Lega a distanza di diciannove anni in cui ha militato a lungo nei cadetti anche tra le fila di Viadana, Asti, Fiorenzuola, Ongina, dove dal 2008 al 2016 è riuscito a ottenere due promozioni, Cappu Volley e ancora Viadana prima di tornare a casa nella squadra della sua città. Ora, assieme al padre in panchina che all’epoca era il vice di Mauro Berruto, ritrova la Serie A lasciata nel novembre del 2003 da giovane promessa del volley ducale che nel frattempo è arrivata alla soglia delle quaranta primavere. “Fa un bell’effetto perché allora ero a inizio carriera da giovane rampante mentre adesso sono quasi alla fine. Lo vedo un po’ anche come un coronamento di carriera quindi è un’emozione particolare. Poi credo che Parma se lo meriti, mi fa molto piacere”.

Quale risposta ti aspetti dalla piazza?

“Sarebbe bello che il palazzetto si riempisse come un tempo, so che non sarà facile visto che la Serie A è stata assente per diciannove anni che sono tanti. La passione dei tifosi magari può essersi un po’ affievolita, starà a noi cercare di riaccendere gli animi con qualche vittoria per riportare la gente al PalaRaschi”.

Cosa ti ha spinto a continuare a Parma?

“Ho fatto la B per diciannove anni, la Serie A a casa mia è molto stimolante. Le soddisfazioni in cadetteria me le sono già tolte e la ventesima stagione non mi avrebbe cambiato granchè, preferisco giocare meno ma vivere l’ambiente in categoria superiore: ci sono cose nuove come il giocatore straniero, il video check, il taraflex con le scritte della Serie A che ti stimolano”.

Che obiettivi vi ponete?

“Il primo obiettivo deve essere la salvezza il più velocemente possibile e poi tutte le soddisfazioni che riusciremo a toglierci ce le toglieremo. Anch’io spero e credo, come del resto molti dei miei compagni, che potremo cogliere qualche bella vittoria contro le squadre più blasonate. Lo dico piano ma sono convinto che possiamo fare bene”.

Cosa cambieresti rispetto allo scorso anno?

“Ci sono stati avvicendamenti in panchina, è sempre meglio avere un allenatore per tutta la stagione e intraprendere un percorso di crescita unico e costante. E sicuramente gli infortuni ci hanno penalizzato nel momento topico del campionato, se fossimo stati tutti bene anche in allenamento sarebbe potuto cambiare qualcosa”.

Quanto potrà dare tuo padre Andrea alla squadra?

“Da giovane mi metteva un po’ di pressione questa parentela, da “grande”, invece, mi è piaciuto molto lavorare con lui a Busseto perché avevamo instaurato un bellissimo feeling. Sicuramente in allenamento non fa sconti di nessun tipo quindi la sua ricetta è lavoro, lavoro e lavoro. Poi è molto bravo sul lato tattico nello studiare l’avversario e nel preparare le partite. Lavoro e tattica sono le sue due caratteristiche principali”.

ROSTER WiMORE PARMA (in continuo aggiornamento): Edoardo Colangelo (P), Matteo Beltrami (O), Daniel Codeluppi (S), Fabrizio Ferraguti (S), Alex Reyes (S), Federico Rossatti (S), Manuel Bussolari (C), Robert Stefan Chirila (C), Nicola Sesto (C), Mattia Cereda (L), Alessandro Zecca (L). All.: Andrea Codeluppi

N.B. In neretto i nuovi arrivi