Il libero di Merate, classe ’97, lascia la Canottieri Ongina dopo tre stagioni al vertice in Serie B e torna in un campionato di Lega già “assaggiato” ai tempi di Piacenza in A2

La WiMORE Volley Parma è lieta di annunciare l’acquisto del libero Mattia Cereda, nelle ultime tre stagioni punto di forza della Canottieri Ongina in Serie B. Nato il 12 novembre 1997 a Merate in provincia di Lecco, è cresciuto pallavolisticamente proprio tra le fila del Merate Volley, con cui ha ottenuto la prima delle tre promozioni in carriera dalla C all’allora B2, poi il biennio al Cisano, condotto al salto di categoria dalla B, l’esperienza a Piacenza come vice Fanuli, contraddistinta dalla doppietta campionato e Coppa Italia in A2, e, infine, i tre anni a Ongina, dove è andato più volte vicino al traguardo senza mai centrarlo. Adesso la chiamata di Parma che lo aveva già cercato in passato. “Sono molto contento dell’opportunità che mi è stata data e della fiducia dimostrata dalla società nei miei confronti. Parma è una piazza storica che ha un nome importante, non vedo l’ora di iniziare”.

Quali potranno essere le principali differenze tra B e A3?

“Mi immagino una categoria più fisica rispetto alla Serie B e un maggior numero di battitori in salto, in ricezione e in difesa non dovremo mai perdere la concentrazione”.

Cos’ha significato l’annata di Piacenza sul piano personale?

“Ho appreso tanto dal punto di vista tecnico e umano allenandomi quotidianamente con professionisti esemplari dai quali sono riuscito a trarre molti insegnamenti: il non mollare mai, l’importanza del lavoro e dell’umiltà. Aver già calcato i campi della Serie A mi faciliterà parecchio il compito a Parma”.

Come giudichi il triennio di Ongina?

“Sono stati tre anni ricchi di emozioni, c’è rammarico perché in ogni stagione avremmo potuto raggiungere l’obiettivo. E’ mancato veramente poco però posso dire che mi si è riaccesa la scintilla che si era un po’ spenta dopo il Covid e altre situazioni personali”.

Cos’hai provato due anni fa a giocare al PalaRaschi?

“Ne sono rimasto affascinato, senti qualcosa dentro che ti viene voglia di dare il 110%. E’ stata una bella emozione, respiri un’aria diversa e questo caricherà molto sia me che i miei compagni”.

A chi ti ispiri?

“Chiunque faccia il libero non può non rispondere Grebennikov ma in realtà cerco di prendere spunto un po’ da tutti anche per quanto riguarda il posizionamento in campo. Se dovessi fare due nomi con i quali ho giocato direi Fanuli, che per me è stato un maestro a Piacenza, e Scanferla che avevo conosciuto all’inizio della stagione successiva in un torneo in Polonia”.

ROSTER WiMORE VOLLEY PARMA (in continuo aggiornamento): Edoardo Colangelo (P), Matteo Beltrami (O), Fabrizio Ferraguti (S), Federico Rossatti (S), Nicola Sesto (C), Mattia Cereda (L). All.: Andrea Codeluppi

N.B. In neretto i nuovi arrivi