I gialloblù, avanti 2-1 dopo aver dominato il terzo set, subìscono la rimonta di Villadoro che espugna il PalaRaschi e dicono addìo ai sogni di gloria in chiave play-off promozione

La WiMORE Energy Parma incappa nella terza sconfitta consecutiva, la quarta nelle ultime cinque partite, cedendo in casa al tie-break (25-23, 19-25, 25-5, 28-30, 11-15) alla National Transport Villadoro e scivola a meno cinque dalla zona play-off, occupata dal Viadana Volley lanciatissimo verso gli spareggi promozione a sole tre giornate dalla fine della regular season del campionato nazionale di Serie B. I gialloblù, avanti 2-1 dopo aver dominato in lungo e in largo il terzo set, si sono spenti alla distanza senza riuscire a trovare le necessarie contromisure per fermare la rimonta dei modenesi, già capaci di imporsi all’andata nella gara d’esordio. Coach Davide Zanichelli, costretto a rinunciare a Colangelo, Maletti e Gentile, schiera in avvio Boschi al palleggio, Bartoli opposto, Codeluppi e Cuda in banda, Bussolari e Muroni al centro e Andreini nel ruolo di libero, sull’altro versante Francesco Malagoli lancia l’alzatore Martinelli, l’opposto Benincasa, gli schiacciatori Mocelli e Rinaldi, i centrali Ferrari e Ronchetti e il libero Plessi in un inizio a senso unico caratterizzato dalla parallela (6-2) e dall’ace (9-4) di Bartoli. Benincasa e Martinelli, direttamente dalla linea dei nove metri, riportano in scia gli ospiti (9-7) allontanati dall’ace di Boschi (13-9) e dal muro a uno di Bartoli (14-9) che obbliga Villadoro a chiamare time-out. Mossa inutile perché al rientro Muroni a muro dilata il gap (16-9) ma l’ingresso di Berselli provoca un riavvicinamento che si concretizza con le diagonali di Benincasa (19-17) e i punti di Ferrari (19-19) e Mocelli (19-20), autore del clamoroso sorpasso. Ferraguti e Barbieri sostituiscono Codeluppi e Cuda e Parma è lucida nel non mollare la presa, ribaltare la situazione sul filo di lana (24-23) e chiudere grazie alla diagonale di Bartoli (25-23). In principio di secondo parziale l’ace di Ronchetti (3-5) e le difficoltà in ricezione dei padroni di casa conducono al poco rassicurante 3 a 7 dilatato dal nuovo servizio vincente di Ronchetti (3-8) e ridotto solo in parte dagli attacchi di un ispirato Ferraguti (5-8), rientrato in campo al posto di Codeluppi. Il “mani out” di Berselli (6-12) e l’ace di Mocelli (6-13) complicano i piani e solo sul 13 a 20 si assiste a una timida reazione dei ducali che si affidano al primo tempo di Bussolari (15-20) e all’attacco di Cuda (16-20) per riaccendere le speranze poi cancellate dal primo tempo di Ronchetti (18-24) e dall’errore di Cuda (19-25) in battuta. Ma è proprio il numero 10 della WiMORE a indirizzare fin dai primi servizi l’andamento del terzo set, inaugurato da un eloquente 10-0 al pronti via per merito dello stesso Cuda, per lui un ace e due attacchi dalla seconda linea. Villadoro inserisce, nell’ordine, Trianni, Rinaldi, Sandoni, Zulli, Baraldi e Saetti ma non argina la marcia inarrestabile di Parma che arriva all’incredibile 15-1 con il muro di Bussolari il quale non sbaglia più nulla neanche al servizio assistendo alla diagonale di Bartoli (22-5) e ai muri di Cuda (23-5) e Boschi (25-5) che completano un punteggio da record. Nel quarto il pallonetto di Bartoli (6-4) pare dare un indirizzo definitivo alla partita riaperta da Benincasa (7-8) e Mocelli (7-9) prima dell’allungo determinato dall’ace di Ferrari (8-12), dal muro di Martinelli (8-13) e dall’attacco di Benincasa (8-14). Zanichelli corre ai ripari gettando nella mischia Schivazappa e dopo il muro di Ronchetti (11-16) si registra il sussulto d’orgoglio di Parma che piazza l’ace di Bartoli (13-16) e i muri di Bussolari (15-17) e Boschi (16-17). L’ace di Benincasa (16-20) rischia di essere già la pietra tombale ma il muro di Cuda (18-20) e, soprattutto, la diagonale di Bartoli (22-22) rimettono tutto in discussione in un finale palpitante contraddistinto da cinque set ball annullati da Boschi e compagni che poi capitolano ai vantaggi alla diagonale di Benincasa (28-30). Si va ancora al tie-break, il terzo nelle ultime quattro uscite casalinghe, dove all’ace di Mocelli (2-4) replica quello di Bartoli (4-4) fino allo strappo di Benincasa (5-8) al cambio di campo. Mocelli consolida il gap (6-10) e l’illusorio tentativo di ricucirlo (9-11) è vanificato dal muro conclusivo di Ferrari (11-15). Il secondo allenatore della WiMORE Energy Parma, Matteo Meli, analizza il terzo stop di fila che sbarra virtualmente la strada all’accesso ai play-off. “E’ stata una partita dai due volti, loro sono stati bravi a rientrare in gioco dopo il terzo set senza storia e l’hanno poi spuntata al tie-break. In queste ultime settimane è mancata la continuità perché abbiamo fatto set molto buoni poi ci sono stati dei black-out che ci hanno condannato. Nelle ultime tre partite dobbiamo giocare al meglio per finire bene la stagione”. Prossimo impegno in programma sabato 9 aprile alle 18 in casa della Kerakoll Sassuolo, piegata a testa alta in quattro set dal Viadana Volley.  

Qui, di seguito, il risultato ed il tabellino della partita tra WiMORE Energy Parma e National Transport Villadoro valida per la dodicesima giornata del girone E del campionato di Serie B maschile:

WiMORE Energy Parma-National Transport Villadoro 2-3 (25-23, 19-25, 25-5, 28-30, 11-15)

WiMORE ENERGY PARMA: Boschi 2, Bartoli 32, Cuda 16, Codeluppi 1, Bussolari 4, Muroni 8, Andreini (L), Ferraguti 13, Barbieri, Schivazappa. N.e. Colangelo, Zecca (L), Maletti. All.: Zanichelli-Meli

NATIONAL TRANSPORT VILLADORO: Martinelli 4, Benincasa 22, Mocelli 18, Rinaldi 1, Ronchetti 11, Ferrari 11, Plessi (L), Berselli 7, Baraldi, Trianni, Sandoni, Zulli, Saetti. N.e. Zanasi (L). All.: F.Malagoli-Forni

ARBITRI: Riccardo Mutti (Piacenza)-Luigi Argirò (Bologna)

RISULTATI DODICESIMA GIORNATA GIRONE E SERIE B:

Stadium Mirandola-Niagara 4 Torri Ferrara 3-0 (25-18, 25-19, 25-16)

Viadana Volley-Kerakoll Sassuolo 3-1 (27-25, 22-25, 25-21, 25-16)

Sab Group Rubicone-Moma Anderlini 0-3 (15-25, 19-25, 21-25)

WiMORE Energy Parma-National Transport Villadoro 2-3 (25-23, 19-25, 25-5, 28-30, 11-15)

Modena Volley-Querzoli S.Volley Forlì 1-3 (17-25, 16-25, 25-23, 14-25)

Ama San Martino-Consar Ravenna 2-3 (23-25, 27-25, 25-23, 21-25, 18-20)

CLASSIFICA GIRONE E:

Stadium Mirandola 50; Viadana Volley 44; WiMORE Energy Parma 39; Querzoli S.Volley Forlì*, Moma Anderlini 35; Nat.Transport Villadoro* 31; Ama San Martino 29; Sab Group Rubicone*, Kerakoll Sassuolo 24; Consar Ravenna** 11; Niagara 4 Torri Ferrara***, Modena Volley 4.

*una gara in meno

**due gare in meno

***tre gare in meno

INTERVISTA MATTEO MELI (SECONDO ALLENATORE WiMORE ENERGY PARMA)